Il Comitato 10 Febbraio di Gravina chiede un chiarimento

La legge n.92 del 2004 istituisce il Giorno del Ricordo invitando enti,scuole ed istituzioni alla realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria delle vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo di istriani, fiumani e dalmati. Circa 350.000 persone furono costrette a  fuggire da quel massacro voluto dalle milizie di Tito lasciando per sempre la propria casa,i propri affetti “di là dall’acqua”. Furono “ospitati “ in alcuni centri raccolta (campi profughi) di cui uno su via Gravina ad appena 5 km dal paese, che oggi verte in totale stato di abbandono.

A cercar di riportare l’attenzione su tale strage il noto cantautore Simone Cristicchi ha portato in giro per tutta l’Italia lo spettacolo Magazzino 18 (ricordiamo la vicina Santeramo,Andria,Bisceglie.), invitato da numerose amministrazioni comunali e teatri. Inoltre nel 2015 è in fase di elaborazione il film “Rosso Istria” a cura del produttore Antonio Belluco, già autore del film “Il Segreto d’Italia”,che racconterà la vita di Norma Cossetto giovane 24 enne violentata,seviziata e gettata sofferente in una foiba da partigiani.

Il Comitato 10 Febbraio che da anni si mobilita per porre in essere iniziative per il Ricordo in tutta Italia, ha inoltrato numerose richieste all’amministrazione comunale di Gravina, volte ad incentivare iniziative riguardanti tale tematica non solo il 10 febbraio. Tra queste ricordiamo:

  • Richiesta intitolazione di una via ai Martiri delle Foibe
  • Richiesta assegnazione di una targa-riconoscimento ai familiari delle vittime gravinesi infoibate il cui elenco è stato diffuso,mezzo stampa,dal dott. Nicola Marmo
  • Richiesta di diffusione il 10 febbraio 2015 di un comunicato in ogni classe di ogni scuola di ogni ordine e grado che inviti prof,dirigenti e studenti a porre in essere iniziative per il Ricordo.

Richieste,queste, che non hanno ottenuto ad oggi un concreto riscontro.

Il Comitato 10 Febbraio Gravina organizzerà, a sue spese, con il patrocinio gratuito dell’ amministrazione comunale,uno spettacolo teatrale dal nome “Io ricordo” in data 22 febbraio 2015  alle ore 19.00 presso l’auditorium San Sebastiano con ingresso libero.

Ci chiediamo quali siano le iniziative organizzate da tale amministrazione, se sia stato organizzato un calendario di eventi a riguardo o se,malauguratamente,il Giorno del Ricordo sia stato ridotto ad una sola iniziativa organizzata dalla nostra associazione per “tagli alle spese”.

istituire una giornata culturale affinché rimanga costante nella memoria dei giovani la tragedia della foibe e per mantenere vivo il ricordo è elemento essenziale e basilare. Necessario è maggior interesse da parte delle istituzioni non solo in tale giorno ma anche nei restanti 364 giorni l’anno proprio come il dolore che gli esuli ancora in vita, portano dentro da oltre 70 anni.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.