Una targa per il Campo Profughi di Altamura

Tra Gravina in Puglia ed Altamura in provincia di Bari, sorge uno fra i 109 Centri Raccolta Profughi presenti nel territorio italiano in cui furono “accolti” migliaia di istriani, fiumani e dalmati costretti ad abbandonare le proprie case e le proprie terre al termine del secondo conflitto mondiale. Il campo 65, quello di Altamura, dove gli Esuli dalla Venezia Giulia e dalla Dalmazia arrivarono a partire dal 1951 e che oggi è abbandonato alle intemperie e all’oblio:  resta in piedi l’ex Palazzina di Comando (adibita a scuola elementare per i piccoli Esuli) e solo una minima parte (circa 4)  dei 60 capannoni (utilizzati come dormitori) che un tempo sorgevano su quella zona delimitata da filo spinato.

altamura

Proprio per questo il Comitato 10 Febbraio con il suo Referente Regionale Giuseppe Zuccaro ha formalmente richiesto al Comune di Altamura che venga apposta una targa per ricordare le sofferenze degli esuli senza, però, ricevere risposta nonostante l’esiguità del costo della targa stessa – di cui siamo disponibili a farci carico – e, soprattutto, l’esistenza della legge nr. 92/2004 che testualmente dice

“«1. La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

2. Nella giornata […] sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. […]”

Il Comitato 10 Febbraio, a sostegno di questa iniziativa, ha lanciato una petizione online sulla piattaforma Change.org, alla quale hanno dato il loro sostegno la Società di Studi Fiumani e l’Associazione per la Cultura Istria, Fiumana e Dalmata nel Lazio.

Per questo il C10F chiede al Sindaco e alla Giunta Comunale del Comune di Altamura di prendere atto di queste sottoscrizioni autorizzando l’apposizione di una targa, con il logo del Comitato 10 Febbraio e, si auspica, del Comune di Altamura che reciti:

“A ricordo degli Esuli Istriani, Fiumani, Dalmati che per rimanere Italiani furono costretti ad abbandonare le terre natie e che in questo Campo Profughi furono relegati”

La petizione può essere sottoscritta a questo link:

https://www.change.org/p/sindaco-del-comune-di-altamura-una-targa-in-ricordo-degli-esuli-istriani-fiumani-e-dalmati-nel-campo-profughi-di-altamura

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.