Celano, il Comitato 10 Febbraio risponde alle Donne Democratiche

c10f viterbo fabrica di roma

“È triste leggere cose orribili scritte da donne contro una donna violentata e uccisa dai partigiani comunisti slavi.”

Questo il commento di Carla Isabella Cace, presidente dell’Associazione Nazionale Dalmata e dirigente del Comitato 10 Febbraio, in risposta alle dichiarazioni della Conferenza  delle Donne Democratiche della Marsica sulla vicenda di Norma Cossetto.

“Bene ha fatto l’amministrazione comunale di Celano – prosegue la Cace – a ricordare questo barbaro assassinio proprio in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Le dichiarazioni delle Donne Democratiche ci fanno tornare indietro di secoli e offendono gravemente la memoria di una giovane ragazza di 23 anni, sequestrata, violentata, torturata e gettata, sembra ancora viva, in una foiba dai partigiani comunisti slavi.

Le Donne Democratiche riprendono, nel loro scritto, le posizioni dei peggiori negazionisti e riduzionisti, amplificando queste teorie astruse e violente, che servono solo a questi signori quale strumento di propaganda e per vendere più libri.

 

Dispiace che donne che si dicono democratiche si facciano coinvolgere in polemiche del genere e siano lo strumento docile di giochetti politici orditi da altri.

 

Ricordiamo alle democratiche della Marsica – conclude Isabella Cace – che a Norma Cossetto l’Università di Padova nel 1949 concesse la Laurea honoris causa e la Repubblica Italiana nel 2005 l’ha decorata con la medaglia d’Oro al Merito Civile.

 

Comitato 10 Febbraio 

Norma bicicletta

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.